Famoso e panoramico centro turistico, scoperto e frequentato da numerose personalità di ogni arte, attratte dal suo richiamo intellettuale e dal fascino delle sue architetture e delle sue famose ville. Nel cuore della costiera Amalfitana, Ravello ne incarna il suo ruolo naturale di magnifico balcone, una terrazza naturale sospesa tra le valli del Dragone e della Regina, in posizione rialzata su Amalfi, che tra limoni, cipressi e macchia mediterranea accoglie il turisti nelle sue stradine, con la sua offerta di pace e tranquillità, unita all’occasione di fare shopping tra splendidi negozi di artigianato e moda. Ravello ha una storia antica, che va indietro nel tempo, oltre ai sui magnifici monumenti medievali: fu probabilmente fondata nel VI sec in posizione protetta dalle invasioni dei barbari; ma è intorno all’Anno Mille che Ravello conosce uno sviluppo considerevole, quando si differenzia dalla vicina potenza marinara di Amalfi e comincia a brillare di luce propria, grazie anche allo sviluppo dell’arte filatoria della lana Tra le ville di Ravello le due più famose sono senza dubbio Villa Rufulo e Villa Cimbrone. La prima si raggiunge da Piazza Vescovado, dove una torre d’ingresso dotata di arco ogivale introduce ai magnifici giardini di Villa Rufolo, dal cui belevedere dove si gusta uno dei panorami due più incantevoli e raffinati della costa amalfitana, con in basso la chiesa dell’Annunziata.

 

Il Parco Nazionale del Gran Paradiso è il parco nazionale più antico e famoso d'Italia. Si trova nelle Alpi Graie. Il parco prende il nome dalla montagna Gran Paradiso, che si trova nel parco. Il terreno che il parco comprende era inizialmente protetto per proteggere lo stambecco alpino, ma ora protegge anche altre specie.

Pagina 1 di 56