Basilicata

Pin It
 

La Basilicata è incastonata tra le terre della Calabria e della Puglia, nella parte meridionale dell'Italia. Qui non si arriva per caso. Questa terra viene scelta solo se vuoi vivere un'esperienza diversa, immergendoti in luoghi dove silenzio, colori, odori e sapori ci allontanano dal trambusto della vita moderna, regalandoci sensazioni uniche. Boschi e selve che coprono le montagne sono piene di affascinanti piccoli villaggi, alcune situate anche a 1000 m di altitudine, dove l'aria pura, i sapori genuini e le bellezze della natura si uniscono prove storiche per soddisfare ogni desiderio di conoscenza. Bella, eppure ancora poco esplorata, è l'area dei Laghi di Monticchio, una delle zone più spettacolari della Basilicata. Il Lago Grande e il Lago Piccolo sono due splendidi specchi d'acqua che occupano i due crateri attualmente inattivi del Monte Vulture e sono circondati da una fitta e rigogliosa vegetazione. Pur essendo una regione prevalentemente interna, la Basilicata è bagnata da due mari: lo Ionio e il Tirreno. La costa ionica, con le due famose città di Metaponto e Policoro, offre ampie spiagge di sabbia fine o ciottoli, in alcuni tratti circondati da pinete e filari di eucalipto. Il Golfo di Policastro, sul versante tirrenico, ha una costa più alta e aspra, dove promontori che si tuffano sul mare si alternano a piccole spiagge bagnate da un mare cristallino. Le province sono: Potenza (capoluogo) e Matera.

 

Cosa Vedere

Matera, città dei Sassi, un luogo unico che è diventato parte del Patrimonio Mondiale Unesco, insieme alle sue numerose chiese rupestri. Una passeggiata per le vie della Civita, il nucleo più antico della città, consente di entrare nel vecchio agglomerato urbano formato da una fitta rete di caverne, scavate nella roccia dai pastori per dare rifugio alle loro famiglie e al bestiame. Un'architettura arcaica, senza alcun progetto, che ha dato vita a un'autentica opera monumentale, attrazione per milioni di visitatori da tutto il mondo. Un posto così unico che è stato scelto dal famoso attore e regista Mel Gibson per l'ambientazione del film "La passione di Cristo".
La costa di Maratea, 32 km di costa sul versante tirrenico della Basilicata, famosa in tutto il mondo per la ricchezza e la bellezza dei suoi fondali. E per coloro che non amano le immersioni, questa splendida terra offre innumerevoli piccole spiagge dove è possibile rilassarsi al sole e rinfrescarsi nelle acque cristalline di un mare limpido. Un modo diverso di vivere e conoscere il mare è un giro in barca lungo la costa per visitare le numerose grotte marine che abbondano sulla costa. La città di Maratea è una bellissima perla incastonata nel suggestivo Golfo di Policastro, con l'imponente Statua del Redentore ...

Cosa Fare

Gran parte del territorio della Basilicata è occupato da montagne, coperto da magnifici boschi e splendide foreste, spettacolare scenario in cui rigenerarsi, divertirsi e mangiare bene tutto l'anno. In inverno, quando una coperta bianca copre le cime alte, non manca il divertimento. Ma anche in estate la montagna è un luogo ideale per chi ama camminare, arrampicarsi, andare in bicicletta o semplicemente riposare. Correndo con un rollerbe un veicolo a due ruote per il divertimento sotto l'erba o scivolo, seduti o sdraiati, da soli o in gruppo, gommoni (snow tubing) o addirittura rampa venture a bordo di un Devalkart: modi originali e divertenti per trascorrere una vacanza nella natura incontaminata di questa terra. Luoghi meravigliosi da esplorare anche a cavallo o in mountain bike o semplicemente a piedi, camminando lungo uno dei tanti sentieri che si affacciano sulle montagne. L'acqua è un elemento determinante nel paesaggio di questa terra. Torrenti e torrenti che scendono dalle montagne, laghi circondati da una natura esuberante, e il mare, dalle mille sfumature blu. Un mare che ti permette di praticare numerose attività come rafting o canyoning, canoa o vela, immersioni o pesca sportiva. E per chi ama lo shopping e la vita notturna, Maratea è la meta ideale: uno sguardo alle finestre del centro, la cena in uno dei caratteristici ristoranti del porto, un dessert nei bar della piazza e, per finire il notte, una visita a uno dei tanti locali notturni dove si balla fino all'alba.

 

Cosa Mangiare

La cucina tipica della Basilicata, essenziale e aromatica, si basa interamente sui pochi prodotti locali, sapientemente combinati in prelibatezze caratteristiche e di antica tradizione. Il ruolo principale corrisponde alla pasta di grano duro, lavorata a mano con vecchi utensili come la "rasola", la "cavarola" (rispettivamente una lama e un piccolo tagliere) e la "maccarunara". Per altri formati, come "minuich" e "tria". Nelle salse, tutte molto gustose, troviamo l'onnipresente peperoncino, che qui viene più comunemente chiamato "diavolicchio". Le "Panella" grandi forme di pasta di pane di farina e patate e "Pancotto" fette di pane tostato ammorbidito in brodo bollito e arricchiti con uovo, due piatti tipici a base di pane, un'altra alimentari ricorrenti in cucina lucana. Come vuole la tradizione, i lucanos spesso gustare piatti a base di carne di agnello come "cazmarr" (involtini di carne visceri, che in dialetto si chiama "gnumaredd") e "cutturiddi" una sorta di spezzatino. Inoltre è molto cotto la testa di agnello, che viene cotta e condita con origano e formaggio di pecora. Tra le carni è famosa la "lucanica", una salsiccia di carne suina magra, preparata in numerose varianti, senza l'uso di additivi. Un'altra regina della gastronomia lucana è la verdura, che combinata con peperoncino offre una grande varietà di piatti gustosi. Ricordiamo il calzone di verdura, il "ciammotta" patate fritte, peperoni e melanzane condite con pomodoro, "cialledda" con fagioli, patate e carciofi e insalata lampaggioni (varietà locale di cipolle). Il "piatto di erbe alla lucana" costituisce un'eccezionale sintesi vegetariana; In essa troviamo cipolle, melanzane, peperoni, pomodori, aglio, basilico e prezzemolo, cotti allo stesso tempo e conditi con olio d'oliva.

Basilicata Portale Informazioni Turistiche